Patrizia Lissoni

Da tempo desideravo intraprendere gli studi di dottorato, da un lato per interesse e passione personale, dall’altro per avere possibilità di avanzare nella mia carriera professionale.

Photo of Patrizia LissoniAllo stesso tempo, non volevo lasciare per tre o quattro anni l’insegnamento che mi dà soddisfazione, sapendo che sarebbe poi stato difficile riinserirmi. Sono visiting instructor in una piccola università americana e insegno corsi di lingua. Quando la scorsa estate, navigando in internet, ho scoperto che il Dipartimento di Modern Languages delll’università di Birmingham offriva un Dottorato di Ricerca in Italian Studies con la formula Distance Learning, mi è subito sembrata la soluzione che stavo cercando. Il sito web dell’università è molto ben organizzato e chiaro, lì ho trovato informazioni dettagliate sul Programma di Distance Learning, sul Dipartimento di Modern Languages e sulle ricerche che I docenti e i dottorandi stavano portando avanti; per me era fondamentale in quel momento valutare la serietà del programma offerto.

Ho cominciato il Dottorato di Ricerca a gennaio del 2013 e da pochi giorni sono tornata dalla mia prima visita all’università e al dipartimento. Ho avuto numerosi incontri e research training con la mia supervisor ed incontri con altri docenti del dipartimento di Modern Languages. Sono rimasta positivamente colpita dalla disponibilità ed attenzione dimostratami da parte di tutti, non ultimo il personale amministrativo e della bibilioteca che, con le loro utili informazioni e suggerimenti, hanno fatto in modo che questa mia visita fosse piacevole ed estremamente produttiva.

Sono veramente soddisfatta della scelta che ho fatto; in un così breve periodo ho imparato davvero molto non solo per tutte le risorse che mi sono state messe a disposizione, ma soprattutto per l’alta professionalità accademica dei docenti che fanno parte del Programma di Dottorato Distance Learning.